Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Volevo nascondermi

Italia – 2020
Genere: Biografico
Durata: 120 minuti
Regia: Giorgio Diritti
Cast: Elio Germano, Oliver Ewy, Leonardo Carrozzo, Pietro Traldi, Orietta Notari…

dai 13 anni

LA TRAMA
Film biografico sul pittore naif Antonio Ligabue. Afflitto fin da bambino da disturbi mentali e deformità fisiche che lo rendono un outsider, Antonio Ligabue, dalla Svizzera dove era cresciuto, viene rispedito nell’Italia fascista degli anni Venti e finisce per stabilirsi nel paesino di Gualtieri, nei pressi di Reggio Emilia. Una realtà contadina dove Antonio è spesso guardato con sospetto e fatto oggetto di scherno. Dopo anni di isolamento, povertà e sofferenza fisica, che non lo privano tuttavia di un profondo istinto vitale, Antonio comincia a dipingere e finalmente il suo dolore trova una via d’uscita nelle immagini di animali, della campagna, negli autoritratti che a poco a poco lo faranno conoscere ovunque.

COMMENTI
Sulla sua tomba (di Ligabue ndr) si legge: «Il rimpianto del suo spirito, che tanto seppe creare attraverso la solitudine e il dolore, è rimasto in quelli che compresero come sino all’ultimo giorno della sua vita egli desiderasse soltanto libertà e amore». Solitudine, dolore, libertà e amore. Sono i quattro ‘segni’ che animano un film che forse solo due sensibilità come quelle di Diritti e Germano potevano saper fondere con partecipazione e rigore. Giancarlo Zappoli mymovies.it

Ligabue è un uomo fragile, istintivo, ma anche generoso, disarmante nella sua ricerca di un contatto umano, ma anche coraggioso nel non scendere a compromessi. Per mettere in scena questo percorso di lotta continua Diritti ha scelto di far vivere l’ambiente in cui Ligabue si è mosso (compreso il dialetto locale), mettendo in scena il mondo che emerge dai suoi quadri dai colori accesi, senza avere il timore di virare al cupo nel raccontare il suo travaglio interiore. Il risultato è una pellicola che va oltre la semplice biografia per raccontare, senza timore di dare spazio qua e là anche all’umorismo, un’avventura umana che lascia il segno. Luisa Cotta Ramosino sentieridelcinema.it

Diritti cerca di mostrare il tormento e l’estasi dell’artista. Sospeso frequentemente tra ambienti troppo claustrofobici (il manicomio) e l’aria aperta, dall’ esibizione con le galline con i bambini intorno, alle corse in moto sotto i portici. Il ritratto però nell’insieme appare estremamente sovraccarico anche dall’interpretazione mimetica di Elio Germano(…). Ma, paradossalmente, resta sfocato. Simone Emiliani sentieriselvaggi.it

Allievo di Olmi (e si vede), Giorgio Diritti è un regista radicale ed essenziale, che nella parabola umana di un uomo geniale e sfortunato, e nel suo incarnare uno scontro tra cultura e natura che sottintende l’esistenza di tutti noi umani, smorza alcune sue asperità senza mai compromettere la pulizia e la precisione del suo sguardo. Inanella immagini potenti, senza mai dare l’impressione di volersi pavoneggiare, e cerca sempre l’essenzialità anche nell’eleganza, la verità di quello che va a fotografare e raccontare. Federico Gironi comingsoon.it

CURIOSITA’

Il film ha vinto il Nastro d’argento (Nastro dell’anno) e 2 premi (costumista e direttore della Fotografia) all’European Film Awards 2020

Elio Germano ha vinto il premio per la migliore interpretazione al Festival di Berlino 2020.

Oliver Ewy, che nel film interpreta Ligabue da ragazzo, è un attore e cantante tedesco molto noto in patria.

Le riprese del film si sono svolte nei luoghi in cui Antonio Ligabue trascorse gran parte della sua vita: in Emilia Romagna (a Guastalla, Reggio Emilia e Gualtieri), a Roma e in Trentino .

Giorgio Diritti ha detto che è stato spinto a girare un film su Ligabue da quando vide lo sceneggiato sul pittore diretto da Salvatore Nocita, nel 1977, con Flavio Bucci. Flavio Bucci è scomparso nel Febbraio 2020, a 72 anni, pochi giorni prima dell’uscita di questo film.

 

Gennaio 19 2022

Details

Date: 19 Gennaio
Time: 15:00 - 21:00
Cost: 5€
Evento Categories:
Evento Tags:,

Venue

Cinema

TEATRO CENACOLO FRANCESCANO - Piazza Cappuccini, 3
Lecco, 23900 Italia

+ Google Maps

La rassegna:
Scarica il volantino dei primi 10 film
Scarica il volantino degli altri 10 film

Abbonamenti:
- 35,00 € per la tessera da 10 ingressi.
è possibile utilizzare fino a due ingressi per titolo.

Accesso alla sala:
l'accesso alla sala è possibile con GreenPass Rafforzato e con mascherina FFP2;
ogni spettatore dovrà comunicare Nome, Cognome e recapito telefonico. Tali dati, nel rispetto della privacy, verranno conservati in modalità cartacea per i 14 gg richiesti dalle norme e poi distrutti. Vi invitiamo a scaricare un semplice modello per presentarvi con i dati già scritti.
Scarica il foglio PRESENZE

Parcheggio: disponibile durante la proiezione delle ore 21 nell’area dell’Oratorio a lato della Chiesa dei Cappuccini.