Caricamento Eventi

Lunana – Il villaggio alla fine del mondo

Bhutan, 2019
Genere Drammatico
Regia di Pawo Choyning Dorji.
con Sherab Dorji, Ugyen Norbu Lhendup, Kelden Lhamo Gurung, Pem Zam, Sangay Lham.
durata 110 minuti.
+13

Il giovane Ugyen sogna di trasferirsi in Australia. Viene invece incaricato di svolgere il suo tirocinio di insegnante in un remoto villaggio dell’Himalaya.
Si incammina, dunque, per poter al più presto tornare indietro, non immaginando quello che lo aspetta.

 

Il Bhutan è una piccola monarchia alle pendici dell’Himalaya, che dal 1972 ha istituito la “Felicità Interna Lorda”, un’iniziativa governativa che vuole contrapporre al Prodotto Interno Lordo le prassi per un benessere che non sia solo dato dal reddito, ma anche dall’armonia con l’ambiente, dalla promozione della cultura e da un buon governo.

Nella capitale Thimpu, il giovane e occidentalizzato Ugyen (Sherab Dorji), che ha iniziato gli studi per diventare insegnante, vuole emigrare in Australia e diventare un cantante. Ma per finire l’ultimo dei cinque anni di tirocinio obbligatorio viene assegnato per insegnare (particolare: in Bhutan tutto l’insegnamento, a partire dalle elementari, si svolge in inglese) ai bambini di Lunana, il villaggio più sperduto del mondo, su un altopiano a giorni di cammino dall’ultimo capolinea di autobus, lungo un ripido sentiero di montagna. A prenderlo alla fermata ci sono due giovani pastori di yak, il bovino più diffuso su quelle montagne, che mentre lo accompagnano coi muli nel cammino lungo e faticoso, spiegano quale attesa ci sia nel villaggio per il suo importante arrivo. L’impatto con una realtà poverissima e lontana dagli usi occidentali diffusi anche in Bhutan (niente corrente elettrica, niente Internet, nessuna comunicazione, e per scaldarsi e cucinare si brucia lo sterco secco di yak) è scioccante per Ugyen, che vorrebbe scappare poco dopo essere arrivato. Ma la successiva carovana in partenza per il fondovalle non partirà che da lì a una settimana, per cui Ugyen deve comunque fare i conti con una decina di ragazzini e una piccola capoclasse, Pem Zam, desiderosi di imparare, perchè un maestro «riesce a toccare il nostro futuro».

Lunana – Il villaggio alla fine del mondo è un film la cui narrativa è molto classica, ma il cui risultato finale potremmo dire che è di molto superiore alla somma delle parti. Pur essendo una storia semplice che parte dalla prevedibilità di un rifiuto che si trasforma in accettazione, non è privo né di sorprese né di tocchi di sincero e riuscito umorismo.

Il viaggio faticoso in cui Ugyen si imbarca diventa, da una sfacchinata da sobbarcarsi per forza, un percorso dell’anima; per il protagonista, per gli abitanti di Lunana e anche per il pubblico. Il film avrebbe potuto facilmente prendere la strada del sentimentalismo o della sociologia, ma il giovane regista Pawo Choyning Dorji è stato bravo a valorizzare i singoli personaggi, i fantastici panorami montuosi, il simbolismo legato al ruolo dello yak nella profonda religiosità degli abitanti, scegliendo di lasciare sottotraccia altri temi che a noi potrebbero sembrare più accattivanti.

Anche il legame con la giovane pastora Saldon (Kelden Lhamo Gurung), che di fronte alla valle canta perché la sua canzone sia «come il canto delle gru, un’offerta per tutte le creature, per gli Dei, per gli uomini e gli animali» è una delle cose più riuscite del film, e spunto per un finale serio e ricco di pathos. Lunana è stato candidato all’Oscar 2022: meritava di vincere, ma anche senza la statuetta è un film da non perdere.

Beppe Musicco – sentieridelcinema.it

Dicembre 14 2022

Details

Date: 14 Dicembre
Time: 15:00 - 21:00
Cost: 5€
Evento Categories:
Evento Tags:, ,

Venue

Cinema

TEATRO CENACOLO FRANCESCANO - Piazza Cappuccini, 3
Lecco, 23900 Italia

+ Google Maps

Abbonamenti:
- 45,00 € per la tessera da 12 ingressi che consente di utilizzare fino a due ingressi per titolo.

Accesso alla sala:
La normativa raccomanda di indossare la mascherina durante la permanenza in sala.
Ricordiamo che nostre poltrone non garantiscono un distanziamento superiore al metro tra posti adiacenti.

Parcheggio: disponibile durante la proiezione delle ore 21 nell’area dell’Oratorio a lato della Chiesa dei Cappuccini.