Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Il Signore degli anelli – Il ritorno del re

In collaborazione con la Parrocchia S.Francesco organizziamo la proiezione della

Trilogia de Il Signore degli Anelli.

Terzo Episodio:

“Il ritorno del Re” è un film dalla straordinaria potenza scenica, dalle impressionanti ricostruzioni plastiche dei luoghi e delle città, dalle battaglie che lasciano senza fiato. Ma è anche il film in cui più profonda diviene la riflessione: che ne sarà della Terra di Mezzo? Riusciranno gli uomini a governarla, senza più la tutela degli elfi e di una figura straordinaria quale Gandalf?

Tolkien sa che ognuno ha un suo compito, e che il lavoro che uno comincia un altro concluderà; gli elfi lasciano i boschi che hanno da sempre abitato, un Re siede di nuovo sul trono di Gondor, e Frodo sa che anche il suo posto non è più quello dove è nato e cresciuto.

Peter Jackson non poteva letteralmente portare sullo schermo tutta la “metafisica” di Tolkien, ma è riuscito a mostrarne la bellezza anche a chi aveva paura ad accostarsi alle mille e più pagine del libro, conquistando nuovi appassionati e non inimicandosi gli antichi lettori. Questo è il suo grande merito, e di questo bisogna essergli grati.
Redazione – sentieridelcinema.it

La trilogia cinematografica di Il Signore degli Anelli è tratta dal libro omonimo, diviso in tre parti, di John Ronald Reuel Tolkien, pubblicato per la prima volta tra il 1954 e il 1955, e tradotto integralmente in Italia nel 1970. La forma letteraria di riferimento per film e libro è il romance. Nel romance e in Il Signore degli Anelli, è fondamentale il numero tre, la struttura triduana, che rimanda allo schema morte-scomparsa-rinascita. La forma del romance è quella della ricerca compiuta con successo, che si ottiene passando per tre stadi: il viaggio pieno di pericoli (agon o conflitto: il cammino di Frodo e Sam verso Mordor, ma anche i percorsi degli altri personaggi); la lotta decisiva tra eroi e antagonisti (pathos o lotta mortale: la battaglia finale guidata da Aragorn, lo scontro sul Monte Fato tra Frodo e Gollum); la finale esaltazione dell’eroe (anagnorisis o agnizione dell’eroe: tutti si inginocchiano dinanzi a Frodo e agli altri hobbit).
Il passaggio dalla morte all’agnizione avviene attraverso la morte rituale (di Frodo e Sam). Nel romance e in Il ritorno del re, c’è la figura del compagno o ombra fedele dell’eroe (Sam), che ha il suo opposto nel traditore (Gollum). Uno dei temi centrali del romance è l’uccisione del mostro, del drago (San Giorgio, Perseo), che nel film si dà nella distruzione dell’Anello e nella eliminazione di Sauron.
Spesso nel romance c’è un mostro acquatico (nella Bibbia è il Leviatano): nel film, l’Anello-mostro è trovato dallo hobbit Déagol in acqua. Nel romance, Northrop Frye identifica sei fasi, che troviamo anche in Il Signore degli Anelli.
Il ritorno del re contiene la 3ª fase (la ricerca, che occupa quasi interamente la trilogia), e la 4ª, «la salvaguardia del mondo dell’innocenza nella sua totale integrità dagli attacchi del mondo dell’esperienza» (Frye), ovvero il conflitto cruciale con le forze del Male; ma in Il ritorno del re si impongono soprattutto le fasi 5 e 6.
La 5ª fase è quella della «saggezza matura e innocente» (Frye), il ritiro dall’azione: nel film, corrisponde al ritorno degli hobbit alla Contea dopo la sconfitta delle forze del Male, un ritorno che chiude la storia, chiude un cerchio, come a formare un anello: ma si tratta di un falso cerchio. Dopo l’esperienza vissuta, nulla potrà tornare come prima: il viaggio è stato un percorso di crescita e di cambiamento.
La 6ª fase è quella dell’isolamento riflessivo dell’eroe (una delle sue caratteristiche è il racconto nel racconto: le memorie di Frodo); è la fase del piccolo gruppo di persone che si riunisce, si isola dal resto del mondo, «dà origine a una nuova vita in un sito sicuro e riparato» (Frye), come fa il gruppo formato da Frodo, Bilbo, Gandalf e gli elfi, che partono verso un ultimo viaggio verso il regno dell’immortalità.

Francesco Rufo – Mymovies.it

CURIOSITÀ

Il regista ha un cameo anche in questo terzo episodio: Peter Jackson appare nei panni di uno dei pirati colpiti dalle frecce di Legolas (Orlando Bloom). Questa scena però appare solo nella versione estesa del film messa in distribuzione per il mercato homevideo.

Il brano “Into the West” che chiude la colonna sonora della trilogia, è stato eseguito da Annie Lennox e le è valso un Oscar per la migliore canzone originale nel 2004.
Nuova Zelanda, USA, Germania – 2004
Genere Fantastico
Regia di Peter Jackson.
Cast: Elijah Wood, Cate Blanchett, Ian Holm, Ian McKellen, Orlando Bloom.
durata 201 minuti.

Maggio 05 2022

Details

Date: 5 Maggio
Time: 20:30
Cost: 5€
Evento Categories: ,
Evento Tags:,

Venue

Cinema

TEATRO CENACOLO FRANCESCANO - Piazza Cappuccini, 3
Lecco, 23900 Italia

Accesso alla sala: l'accesso alla sala è possibile con GreenPass rafforzato e Mascherina FFP2;

Parcheggio: disponibile durante la proiezione serale nell’area dell’Oratorio a lato della Chiesa dei Cappuccini.